Pubblicato in: Digressioni

Victor Hugo e Notre Dame de Paris

notre damQuasimodo, Esmeralda, Frollo: la triade maledetta di Notre-Dame de Paris è divenuta leggendaria.

NotreDame de Paris (1831), romanzo storico scritto da Victor Hugo a soli ventinove anni, è la rievocazione di una Parigi medievale, al centro della quale troneggia la cattedrale di Notre-Dame, la vera protagonista dell’opera, o meglio la rivisitazione immaginaria che Victor Hugo fa della cattedrale di Notre-Dame, con lunghe digressioni dedicate alle meraviglie dimenticate della Parigi del passato.

Notre-Dame de Paris “(…) rievoca infatti una Parigi tutta medievale, una “cronaca di pietra” apparentemente compatta eppure già erosa dall’incipiente modernità. Al centro di questa città granitica dai mille vicoli spicca la cattedrale di Notre-Dame, che l’autore reinventa sul piano immaginario.” (Il romanzo francese dell’Ottocento, a cura di Anna Maria Scaiola, Laterza, p. 47)

Il romanzo ha acquisito la fascinazione del mito e oggi come allora seduce e inquieta. Perchè la zingara Esmeralda, che con la sua bellezza e la sua sensualità ha tutti gli uomini ai suoi piedi, si interessa al deforme Quasimodo, il campanaro solitario della cattedrale di Notre Dame?

L’azione si svolge nel 1482, una data simbolo che rimanda al passaggio dal Medioevo al Rinascimento e prende avvio il sei gennaio, in occasione dell’annuale Festa dei Folli, durante la quale Quasimodo, il gobbo campanaro della cattedrale di Notre Dame viene proclamato  Papa dei Folli per la sua deformità e viene portato in trono tra la folla.

I personaggi esprimono tutta la tensione dell’importante passaggio storico in corso: Quasimodo, il gobbo campanaro della famosa cattedrale parigina, allontanato da tutti per la sua deformità, la zingara Esmeralda e il suo erotismo eversivo, il malvagio arcidiacono Claude Frollo e il mito faustiano della tentazione della scienza.

Il giorno dell’Epifania del 1482 arrivano a Parigi gli zingari franco-spagnoli e si sistemano in una zona della periferia cittadina, che viene chiamata Corte dei Miracoli. A capo degli zingari c’è Clopin Trouillefou, ladro e assassino. Gli zingari tengono spettacoli di magia per le strade, ma in realtà, dietro questa facciata, commettono furti e omicidi. Solo la bella Esmeralda non prende parte a questi crimini e danza sulla piazza di Notre-Dame accompagnata dalla capretta Djali.

La_Esmeralda_From_VH_and_his_Time

Esmer­alda e la sua capretta Djali in un’illustrazione per Notre Dame de Paris di Victor Hugo.

Artista sconosciuto. Apparsa in “Vic­tor Hugo and His Time” di Alfred Bar­bou, 1882

Il gobbo Quasimodo, il giovane campanaro della cattedrale, dall’aspetto deforme, sordo per l’incessante rumore delle campane, vive reietto sui gargoyles della cattedrale e ha rapporti solo con l’arcidiacono Frollo, che lo ha accolto dopo che i suoi genitori lo hanno abbandonato. Il popolo di Parigi lo odia, ritenendolo il diavolo in persona.

Frollo si innamora pazzamente della zingara Esmeralda e, non potendo manifestare apertamente la sua passione, a causa della sua carica ecclesiastica, ordina al suo fedele servitore Quasimodo di rapirla. Il capitano delle guardie Phoebus de Châteaupers, di cui Esmeralda si innamora a prima vista, manda però all’aria il rapimento. Quasimodo, per punizione, viene fustigato e messo alla gogna in pubblico. Dinanzi a questa scena Esmeralda, impietosita, porta un po’ d’acqua a Quasimodo, che si innamora di lei.

Pur innamorata di Phoebus, Esmeralda sposa il poeta di strada Pierre Gringoire, per salvarlo dall’impiccagione, cui gli zingari lo hanno condannato per essersi introdotto nel loro accampamento.

Phoebus, attratto dall’aspetto fisico di Esmeralda più che sinceramente innamorato,  dà appuntamento alla zingara in una sordida locanda, dove fa nascondere Frollo, perchè possa osservare il loro incontro.

Frollo, pazzo di gelosia, esce dall’armadio in cui si era nascosto e pugnala Phoebus. Esmeralda, che non vede Frollo, viene accusata dell’omicidio del capitano e anche di stregoneria, perchè la locandiera dichiara di aver visto entrare nella camera tre persone e poichè nella camera, invece, se ne trovano solo due, la terza doveva essere il diavolo n persona.

Esmeralda subisce la tortura, senza che Frollo intervenga per scagionarla e, convinta che il capitano sia morto, confessa di averlo ucciso con la complicità del demonio.Notre-Dame de Paris

Frollo dice a Esmeralda che confesserà di essere l’assassino di Phoebus se lei gli concederà il suo corpo. Esmeralda rifiuta sdegnata e viene portata al patibolo. Nel corteo verso il patibolo Quasimodo riesce a rapire la sua amata Esmeralda e la porta con sè a Notre-Dame, dove vige il diritto di asilo.

A Notre-Dame Esmeralda scopre la bonta d’animo di Quasimodo, sconosciuta a tutti.

Gli zingari della Corte dei Miracoli assalgono Notre-Dame per liberare Esmeralda, ma Quasimodo fraintende le loro intenzioni e, pensando che vogliano la morte di Esmeralda, oppone loro una strenue resistenza, lanciandogli addosso pietre e piombo fuso.

Nel frattempo un uomo incappucciato porta lontano Esmeralda. Lungo la Senna svela le poi di essere Frollo e le rinnova la sua odiosa proposta, consegnandola ai gendarmi, dopo il suo nuovo rifiuto.

L’arcidiacono affida Esmeralda a una donna che si è reclusa nella Tour Rouland. Questa donna comprende che Esmeralda è la figlia rapita anni prima e fa di tutto per proteggerla dalle guardie, ma senza successo.

Le guardie conducono Esmeralda al patibolo. Dalle torri di Notre-Dame Frollo e Quasimodo assistono alla sua impiccagione. Distrutto dal dolore, Quasimodo spinge Frollo giù dalla torre, recupera il corpo di Esmeralda e stringendolo a sè va a morire nel cimitero di Montfaucon, il cimitero dei diseredati.

 

Salva

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...