Pubblicato in: Digressioni

E per questo mi amo

cactus4La nostra personalità è come una pianta. Se la pianta riceve le cure, la luce e il nutrimento adeguati cresce e si sviluppa in maniera equilibrata e rigogliosa e assume una forma armonica. Se la pianta non riceve cure adeguate, viene tenuta a lungo in un sottoscala o non viene annaffiata a sufficienza, cresce poco, con tronchi sottili e scarso fogliame, non dà fiori o frutti, e assume una forma disarmonica.

Quella forma disarmonica, però, è il disegno del percorso che la pianta ha compiuto giorno dopo giorno per cercare sempre di raggiungere la luce, quello spicchio di luce che arrivava dal lucernario del sottoscala, da una finestra con le serrande socchiuse, da un cielo che a stento si intravedeva in un angolo del giardino ricoperto di erbacce.

Ed è proprio in quella forma, così strana, a volte, disarmonica, c’è la storia della nostra personalità, la nostra vita.

Perché ognuno di noi, come una pianta, si muove sempre verso la luce, anche quando quella luce si intravede soltanto molto in lontananza. E come la forma della pianta rappresenta la storia del modo in cui la pianta si è difesa dalle ostilità dell’ambiente esterno, così la forma della nostra personalità non è altro che la storia del modo in cui ci siamo difesi, sin da bambini, dalle ostilità che abbiamo incontrato.

Così siamo sempre, in ogni momento, il risultato della nostra lotta per la luce, per il nutrimento, per l’amore, per la vita. E per questo dovremmo avere sempre, in ogni momento, rispetto di quel che siamo e profonda assoluta irrinunciabile compassione per noi stessi e per la nostra capacità di non arrenderci mai al buio, alla fame, alla solitudine.

Sono un essere umano. E ho lottato. E a volte ho perso. Ma ho sempre continuato a lottare. E a muovermi verso la luce. Anche quando quella luce era un puntino lontano in un oceano di oscurità. E per questo mi amo. E per questo mi rispetto. E per questo nessuno potrà mai togliermi la compassione, il rispetto, l’amore incondizionato per me stessa. E per chi, come me, continua a lottare, a camminare caparbiamente verso la luce.

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...